Granuloma piogenico


E’ una lesione di natura reattiva, conseguente ad uno stimolo irritativo cronico. Clinicamente si presenta come una neoformazione peduncolata, di colore rosso intenso, in molti casi ulcerata, ed è caratterizzata da una crescita rapida e dalla tendenza al sanguinamento. Colpisce prevalentemente la mucosa masticatoria e quando si manifesta a livello della gengiva, prende il...

Istoplasmosi


Infezione causata dal micete Histoplasma capsulatum che determina lesioni polmonari primitive e disseminazione ematogena. Nel cavo orale, si possono osservare tumefazioni o ulcere. La diagnosi è' basata sull’isolamento del batterio dalla biopsia orale. La terapia e' da affidare allo specialista pneumologo.

Sarcomi


Sono tumori, generalmente maligni, che originano dal tessuto connettivo. Metastatizzano per via ematica. Sono neoplasie rare e con prognosi severa. Nell’area orale e maxillo-facciale rappresentano meno dell’1% delle neoplasie maligne.Fibrosarcoma. Tumore maligno dei fibroblasti, colpisce nel 10% dei casi a regione testa-collo. Comune in giovani adulti e bambini. Caratterizzato da masse a lenta crescita...

Lesione erosiva/ulcerativa (strato di fibrina)


EROSIONE: perdita di sostanza degli strati epiteliali superficiali che guarisce senza lasciare cicatrice. Il fondo può presentarsi rosso a causa dell’esposizione del connettivo sottostante o giallo a causa di depositi fibrinosi. ULCERA: perdita di sostanza degli strati epiteliali che si approfonda fino a raggiungere il connettivo sottoepiteliale; la guarigione potrebbe determinare la formazione di...

Stomatite Aftosa Ricorrente (SAR)


Patologia autoimmune nella quale si ha la formazione di lesioni erosive-ulcerative definite “afte”. Clinicamente, si possono distinguere tre diverse varianti: minor, maior ed erpetiforme. La minor è di piccole dimensioni, inferiori al cm, circondate da un alone eritematoso e con fondo fibrinoso, generalmente presenti fino a 5 contemporaneamente, diffuse su mucosa non cheratinizzata (caratteristica...

Pemfigo


Patologia muco-cutanea infiammatoria cronica con patogenesi autoimmune, piuttosto rara, che interessa pazienti di età compresa tra 40 e 60 anni, senza predilezione di sesso. Gli antigeni bersagliati dagli autoanticorpi sono componenti di adesione intercellulare, ossia i desmosomi; in particolare, si formano autoanticorpi contro la desmogleina 3, responsabile della formazione delle lesioni orali, e...

Cisti


Lesioni caratterizzate da una cavità ripiena di liquido, rivestite da una parete interna epiteliale e da un rivestimento esterno connettivale. Si sviluppano in seguito ad un meccanismo degenerativo che provoca l’attivazione dei residui epiteliali che si trovano all’interno delle ossa mascellari. Esiste una grande varietà di forme cliniche, differenti per eziopatogenesi, localizzazione, clinica, approccio...

Linfoma


Neoplasia maligna che origina dai linfociti. Nel cavo orale sono piuttosto rari e di solito originano dai linfociti B. I segni e i sintomi sono molto vari, a livello intraorale può comparire una tumefazione, o un’ulcera non dolente, o un’improvvisa mobilità dentaria che comporta la perdita dei denti, parestesie, fratture ossee. Le sedi più...

Herpes simplex (HSV)


Si tratta di un’infezione virale (HSV-1) con spiccato tropismo per le aree oro-facciale, oculare e cutanea superiore al diaframma, capaci di persistere in uno stato di latenza nei gangli trigeminali. La persistenza dura per tutta la vita dell’ospite e la riattivazione, con manifestazione clinica, avviene in seguito a stress psico-fisici, febbre, esposizione a raggi...