Eritroleucoplachia, una lesione potenzialmente maligna. Note di diagnosi e caso clinico


Nonostante i recenti progressi nelle cure del cancro orale, i tassi di sopravvivenza dei pazienti affetti sono ancora bassi e non superano globalmente il 60% a cinque anni di distanza dalla diagnosi. L’aggressività della malattia, la complessità anatomica della sede orale e lo stadio di malattia al momento della diagnosi costituiscono le principali motivazioni dell’elevata mortalità di questi tumori maligni, della morbilità associata alle terapie e dello scadimento della qualità della vita residua del paziente.

Leggi l'articolo completo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.